Bitcoin Eyes $20K come Stronger Dollar Offsets US Stimulus News

I prezzi dei bitcoin sono scesi per la terza sessione consecutiva di martedì, quando un dollaro USA più forte ha controbilanciato l’approvazione da parte del Senato degli Stati Uniti di un pacchetto di stimoli per il coronavirus in attesa da tempo.

L’ammiraglia della crittovaluta è scesa dello 0,56% a 22.602 dollari a gettone prima della campana di apertura di Londra. Nel frattempo, i Immediate Edge sul Chicago Mercantile Exchange sono scesi dello 0,66% a 23.030 dollari, indicando un sentimento rialzista leggermente più alto sul mercato, nonostante i recenti insuccessi.

C’è stato un po‘ di profit-booking notato durante la corsa di Bitcoin al suo massimo record di 23.400 dollari di domenica. Si è anche verificato mentre il dollaro americano si è avvicinato, aiutato dai timori di una mutazione avanzata del coronavirus nel Regno Unito che ha provocato un nuovo giro di blocco e divieti di viaggio. Le prospettive hanno spinto le attività di rischio in Europa verso il basso, aiutando così il biglietto verde.

Obiettivi negativi di Bitcoin

Il Bitcoin di solito commercia inversamente al dollaro.

La criptovaluta, quindi, rischiava di scendere ancora più in basso nella settimana, quando il sentimento del biglietto verde aumentava. Storicamente, le correzioni che seguono i rally al rialzo del tasso di cambio BTC/USD mirano alla sua media mobile di 20 periodi come supporto. Considerando una ripetizione frattale, la coppia sta ora mirando a livelli vicini ai 20.000 dollari.

Bitcoin mira a 20-EMA come correzione del prezzo da 23.400 dollari al massimo.

La previsione trae spunti anche dai livelli di „ipercomprato“ di Bitcoin su grafici a tempi più alti. Per esempio, la lettura dell’Indicatore di Forza Relativa sul grafico di una settimana è vicina a 81, che è molto al di sopra della soglia ’70‘. Il grafico vede Bitcoin correggere fino a 15.000 dollari nelle prossime sessioni settimanali.

Stimolo USA

Il Senato degli Stati Uniti ha votato lunedì sera a favore della legge di stimolo da 900 miliardi di dollari dei leader del Congresso. Ora si farà strada alla Casa Bianca, dove il Presidente uscente Donald Trump la firmerà in legge.

Insieme al voto della Federal Reserve di continuare ad acquistare debiti governativi e societari in un contesto di bassi interessi, il pacchetto di stimolo intende rendere il dollaro USA più debole nelle prossime sessioni. Nel frattempo, spera che il vaccino COVID-19 sia efficace sul nuovo ceppo del virus limiterà la crescita del biglietto verde.

L’obiettivo è quello di avvantaggiare la Bitcoin nel 2021 con una raffica di investimenti istituzionali. Alcuni strateghi ritengono che la criptovaluta colpirà tra i 100.000 e i 400.000 dollari finché il deprezzamento del fiat continuerà e i timori di un aumento dell’inflazione continueranno a sussistere.

„Guardando all’aumento dell’offerta di dollari negli ultimi 12 mesi ed è la traiettoria per i prossimi 12, è facile vedere che l’aumento dei prezzi di Bitcoin nel 2020 non è così sostanziale come sembra, e il continuo ingresso di istituzioni e sovrani vanificherà tutto fino ad oggi“. – ha scritto Brendan Blumer, il co-fondatore/CEO di Block.One.